Silanesos Conchidortos

Conchidortos.org commemora oggi il tradizionale pesce d'aprile.
Dopo aver cavalcato le pariglie, aver animato le interminabili partite alla morra nelle feste di Santu Portolu e Santa Sarbana, aver assistito allo sparatorio; potevamo rimanere senza pesce d'aprile, certo che no, ite diaulu!

» Parnaso » Su pischigheddu

Nelle vigne silanesi sono iniziate le lavorazioni del terreno.
Abbandonati marrones e zappas'a corros, in queste domeniche è tutto un turbinare indemoniato di zappette luccicanti.
Scintille di roccia, nuvole di polvere, pietre volanti, odore muschioso di erba e miscel(l)a sono compagne, musica e profumo per i vignerons nostrani, che aspettavano proprio le prime giornate di primavera per svegliare dal letargo le loro eroiche motozappe.

Accudite e coccolate tutto l'inverno, ben lubrificate e ferrate a nuovo, sono le amiche fedeli del vignaiulo; ed è proprio grazie a queste piccole grandi macchine che ancora possiamo vantarci di gustare quella brodaglia immonda chiamata "binu silanesu".
Dopo la scomparsa di tiu Micheli Puddu e del suo asinello aratore, la mitica Benassi è diventata la rivoluzionaria regina della meccanizzazione agricola silanese, dalla fine degli anni settanta è stato un proliferare inesorabile di macchinette rosse.

Tutte uguali, ma una meglio dell'altra a giudizio dei proprietari e della loro "trassa", hanno rosicchiato, triturato e fecondato rene, codine e luzzane insieme ad erbe di tutti i tipi.
Un censimento è impossibile, ma tra attive e rottamate dovrebbero essere più di cento
Da Su Chirchinarzu e Bonusuile a su Cherchizzu, da Sa Roda e S'Erimu a Sa Matt'Iscritta, passando per Mattarighe, giù fino a Sas Serras, Abbadorzu e Contonale e sulle vette di S'Adde e S'Ispittu, l'operosa compagnia del mosto si prodiga in amorevoli cure alle piante del Turriga silanese.

Benassi mod. BL75

Tiu Canzelu (1916), Tiu Pittanu (1929),
Tiu Michelinu (1921).

Tutte le produzioni eccedenti o non conformi allo standard qualitativo verranno avviate a malaozza (obtorto collo) alla distillazione per ottenere la pregiata abbardente (nettare epatotossico d.o.c.g.), all'acetificazione, o al depuratore comunale.

Per fortuna ci sono ancora gli irriducibili appassionati del marrone, uomini della legnosa stirpe conchidorta.
Filosofi dell'antica sapienza che vuole il vino tanto più buono quanto più sudore si è disperso tra gli ordini.

» [Attualità] » Sas binzas de sabbenassi


Osservava con disappunto e meraviglia, un nostro emigrato rientrato dopo tanti anni....

Quote:
Deo non nd'isco custos: sa dominiga invece de si ch'essire, si c'andana a foraiddha a forrogare sa terra e nde torrana tottu bruttos.
Custos sunu tottu maccos!

» Sport & Tempo libero » Forrogadores de terra

Quote:
Da Punto Informatico Windows Vista lo porterà la Befana Niente Vista prima del prossimo anno, almeno per il grande pubblico. In contrasto con quanto dichiarato fino a pochi giorni fa, Microsoft ha infatti posticipato il lancio del nuovo Windows all'inizio del 2007.
Dunque Microsoft rimanda il lancio del suo nuovo sistema operativo Windows Vista. In parole povere Microsoft insieme ad Apple e a quasi tutti i produttori di hardware hanno dato vita ad un consorzio (Trusted Computing – Palladium) per costruire nuovi computer che controlleranno in modo stretto tutte le attività degli utenti. Ufficialmente i nuovi PC saranno più sicuri verso le intrusioni e i virus. Molto più realisticamente non sarà più possibile fruire di programmi, musica e film non regolarmente acquistati e/o installati su più computer. La faccenda è molto seria e su internet si trovano montagne di notizie sull'argomento. Tutto nasce in America, dove Bill Gates, grande finanziatore di Bush, ha potuto garantirsi la possibilità legale di spiare i suoi clienti grazie al Patriot Act (la legge antiterrorismo). Insomma stiamo per perdere un altro pezzo di libertà e un sacco di soldi.

» Computer » Windows Vista

Ultimamente abbiamo notato uno strano traffico sul sito.
In particolare diverse registrazioni con e-mail fasulle che comunque appartenevano a qualcun'altro.
All'atto della registrazione viene richiesta una e-mail valida, non è naturalmente possibile controllare se quella e-mail è la vostra, pertanto se la e-mail è attiva la registrazione avviene senza problemi.
Vi ricordo però che utilizzare la e-mail di altri è un reato, peraltro facilmente perseguibile.
Tutto il traffico su internet è conservato in appositi registri (log), ogni sessione registra l'IP e l'orario; l'IP è il nome univoco che individua ogni singolo computer collegato alla rete internet, pertanto in un dato momento ci può essere uno e un solo computer al mondo collegato con quel determinato nome.
Ogni provider (società che permette l'accesso ad internet) ha una ben determinata serie di numeri di IP che utilizza per permettere il collegamento ai propri abbonati.
Pertanto il numero di IP consente di scoprire la macchina che l'ha utilizzato e il provider col quale si è collegata.
Ogni provider ha un proprio ufficio detto abuse, che può individuare in qualunque momento la macchina responsabile dell'abuso e risalire al titolare dell'abbonamento e al numero telefonico utilizzato per collegarsi.
Con questo sistema vengono individuati tutti i grandi e piccoli illeciti commessi su internet, dalla truffe alla pedo-pornografia, dallo spam alla sottrazione di e-mail.
Conchidortos.org non ha controllori o censori, ma sono comunque richiesti ai partecipanti serietà e senso di responsabilità.
I nuovi utenti verranno quindi ammessi al forum solo dopo il controllo formale dell'indirizzo e-mail fornito al momento della registrazione.
Pertanto chi tenterà di registrarsi con e-mail fasulle verrà eliminato dal forum senza preavviso.

» Bacheca » Non abusiamo!

:idea: io direi di costituire un comitato attivo contro il distrubutore di benzina che vorrebbero fare di fronte al sito di Santa Sabina. ma dico, vogliamo nascondere l'unica cosa bella che abbiamo? l'unica che ci rappresenta in tutti i libri di storia, geografia, in tutti i siti internet? vogliamo abbassarci al mercato marcio e al grezzo consumismo e abbruttire una piana verde, dove il nuraghe e la chiesetta si stagliano così distintamente!??!! Se permetteremo una cosa del genere saremo degni figli di questo marcio presente e vorrà dire che non vogliamo bene ne a noi stessi ne a questo paese morente. :twisted:

» Commenti & suggerimenti » Distributore a Santa Sarbana

Pagine