[Attualità]

Ricordando Franco

Era la mezzanotte di vent’anni fa, quando all'ultimo giornale-radio diedero la notizia di un agguato in Sardegna ad un sindacalista della CGIL, non fu per me necessario arrivare alla pronuncia del nome per capire che avevano assassinato Franco, Franco Pintus.

I giovani di Orgosolo

Pubblichiamo la lettera che un nutrito gruppo di giovani orgolesi ha diffuso nel web. La rilanciamo poiché leggendola capiamo che non riguarda solo Orgosolo, ma forse riguarda anche noi.
---
Siamo Orgolesi, nati e cresciuti a Orgosolo, questa terribile zona mai raggiunta dal mondo civilizzato e dove sembra ormai impossibile che questo possa arrivare. A sentire certe testimonianze infatti, sembrerebbe che un’infanzia nel nostro paese non possa essere stata troppo differente da quella di un bambino di Kabul: bombe a ogni ora del giorno e della notte, armi, spari, violenza (abbiamo pure tanti uomini barbuti, in pieno stile talebano, anche se non è chiaro chi abbia lanciato prima la moda tra loro e noi). Beh, dispiace deludervi ma la nostra infanzia è stata molto serena, diremmo felice: scuola, gruppi sportivi e parrocchiali, associazioni di altro genere, e poi bicicletta, pallone, girare per le campagne o per le vie del paese, scoppiare qualche petardo prima di Natale, sbucciarsi le ginocchia e ricevere “il resto” dai genitori per i pantaloni stracciati e la maglietta sudicia, suonare i campanelli e scappare. E poi escursioni fuori paese a conoscere la nostra natura, i nostri siti archeologici, oppure ancora più all’esterno, a scoprire altre meraviglie della nostra isola, o ancora oltre, a vedere che c’è un altro po’ di mondo oltre il mare.

Su ringratziamentu de Bruno Agus

Bruno Agus non at leadu meda bene sa chistione de su contributu dadu dae su cunsizu regionale pro finantziare una trasmissione de sa televisione italiana cun Gianni Morandi.

Elezioni comunali 2016 in diretta

Elezioni Comunali 2016

I risultati delle precedenti elezioni.

forum/politica/elezioni_comunali_2011

In Crabielle non ci sono cose belle - tre anni dopo -

Dopo il nostro reportage fotografico del 2013, le risoluzioni del Consiglio Comunale, la nascita del comitato Abba·Giusta, le ultime novità dello scontro con Abbanoa S.p.A., nei resoconti della stampa on-line.


Inquinamento, tariffe e bollette non dovute: AbbaGiusta vicina alla class-action

di Luca Contini
21 gennaio 2016
Depuratore Silanus 2

Un vero e proprio dossier composto in gran parte da documenti ufficiali che portano la firma di Abbanoa, Arpas, Asl, e Provincia di Nuoro.

Sardi, popolo di evasori?


Chi legge certi articoli pseudo-scientifici sui giornali economici italiani o ascolta certe trasmissioni, non può non sapere che per l'opinione pubblica italiana il Sud è per antonomasia l'area dell'evasione fiscale selvaggia e se l'Italia è il Paese occidentale più dedito all'evasione fiscale è (sarebbe) principalmente per colpa delle regioni del Sud, ma stanno davvero così le cose?
Proviamo a mettere i dati in una tabella e vediamo i risultati.


La tabella #1 è quella che piace tanto ai leghisti, Calabria, Sicilia, Basilicata e Sardegna, spiccano per le alte percentuali di evasione rispetto al PIL prodotto e con questo giustificherebbero la differenza antropologica del Sud portato all'evasione e di un nord virtuoso che invece paga regolarmente le tasse.

10 annos de conchidortos.org

Mentre la sera domenicale trascorre mi accorgo che - accidenti - oggi è il 18 ottobre, il compleanno di questo sito, messo on-line giusto 10 anni fa, il 18 ottobre del 2005, che per i tempi del computing sono quasi un'era geologica.

Giogos in Carrela - dominiga 13 de cabidanni 2015


JOGOS IN CARRELA: LA DESCRIZIONE DEI GIOCHI ANTICHI DEL PAESE DI SILANUS

 SU MUCADORE

Chi ha paura dell'energia nucleare?


«La paura del nucleare è spesso irrazionale, ma se la Sardegna punta al turismo non può permettersi di stoccare le scorie e neppure di avere troppe pale eoliche che rovinano il paesaggio e non portano benefici economici ai sardi». Parla Robert Stone, il regista britannico-americano candidato nel 1988 all'Oscar per il documentario “Radio Bikini” che illustrava gli effetti degli esperimenti nucleari nelle isole dell'omonimo atollo.


Così esordisce l'articolo apparso sull'Unione Sarda il giorno di Ferragosto a firma di Giampiero Marras.

La sede è stata il Festival “Life After Oil”, il festival sui documentari a tema ambientale organizzato a Martis da Massimiliano Mazzotta, l'autore di “Oil” il film-denuncia sulle attività della raffineria della Saras a Sarroch.

Fin qui niente di particolarmente interessante se non fosse che Robert Stone è stato per anni un icona della ambientalismo anti-nuclearista, oggi non solo ha cambiato idea ma viene anche premiato poiché a quanto pare sta sfatando il mito del nucleare “cattivo”, più o meno le stesse idee della compianta Margherita Hack, solo che lei venne pesantemente e volgarmente attaccata per le sue idee.

Pubblica utilità o mera speculazione finanziaria?

Da qualche tempo è entrata nel dibattito pubblico sardo, a proposito o a sproposito, la parola Land Grabbing ossia la sistematica sottrazione di grandi porzioni di territorio in favore del grande capitale per metterla a frutto o sfruttamento.

Pagine