Informazioni turistiche

Pubblica in: 

Ogni anno centinaia di turisti giungono a Silanus per visitare le vestigia del passato.

Già dal treno è possibile osservare ai bordi delle rotaie le mummie degli animali morti a causa delle antiche carestie.

Il celebre pozzo sacro di Silanus fu scavato alcuni anni fa per alleviare i disagi della crisi idrica. I lavori durarono alcune settimane e furono seguiti da decine di curiosi. Lo sgorgare delle prime gocce d'acqua dal sottosuolo venne salutato da autentiche scene di giubilo del popolo in festa, per diversi giorni il rione di Serr'é iscobas venne allietato da canti e balli tradizionali ...e vino a volontà.

Nei pressi dell'abitato e possibile inoltre visitare il museo all'aperto del modernariato sardo.

Vecchie auto, gomme, motori, televisori in bianco e nero, lavatrici, cucine e frigoriferi disposti in ordine sparso ed immersi nella macchia mediterranea fanno da comoda tana alla fauna selvatica.

Il museo all'aperto è visitabile gratuitamente tutto l'anno, non è necessaria la prenotazione ed è possibile portare via quanto si desidera oppure depositare nuovi pezzi.