Lettera sul distributore

Pubblica in: 

Cari Silanesi Conchidortos


Capisco, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, un conto è fare una petizione a chi di dovere per salvamos nuraghe orolio, e a Renato Soru affinchè porti L’adsl a Silanus, un altro conto è invece creare un comitato di cittadini che si prefigga di contrastare l’ abbrutimento di quello che è uno dei più suggestivi angoli della Sardegna, perché questo andrebbe contro gli interessi di alcuni imprenditori locali decisi a piazzare nelle immediate vicinanze un distributore di carburanti. Capisco, non si deve arrivare a questo punto, hanno assicurato che questo distributore creerà due nuovi posti di lavoro, come si fa a dire no a due nuovi posti di lavoro? come si fa pur non condividendone l’ iniziativa a dire no? Sempre di Silanesi si tratta, e non este zente e fora.

Vi capisco, deo puru soe Silanesu, anch’io ho bevuto s’ abba de funtana e conzu , Vi capisco perfettamente, e in parte vi giustifico.

Però io vorrei chiarire alcune cose:
Non ho niente di personale contro il sindaco, e contro i proprietari del terreno. Anzi voglio sottolineare che io a Luigi Morittu prima che andassi via da Silanus le volevo un gran bene. E quando lo avete eletto sindaco, ho gioito perché tutti mi riferirono che era una persona degna di tale incarico.

Per quanto riguarda i proprietari del terreno, Loro non mi hanno mai fatto del male, e a Loro non voglio arrecarne alcuno.

Anzi, rivolgendomi a Loro dico: ma vi siete resi conto del tesoro che avete tra le mani? Ma vi rendete conto che quel pezzo di terreno per tutto quello che c’è attorno è una miniera d’oro? Ma vi rendete conto che anziché fare un volgare distributore di benzina, potete intraprendere una o più attività legate al settore del turismo che potrebbero darvi soddisfazioni economiche impensabili? Creando poi quel circuito virtuoso che porta benefici alle attività economiche proprie del paese, pastorizia e agricoltura , artigianato compreso, e sviluppandone delle altre nuove. Non fa niente se poi Voi non avete la cultura giusta per operare nel settore del turismo, vi affiderete a dei giovani Silanesi che hanno fatto la scuola alberghiera che adesso si trovano a operare in terra straniera, darete loro l’opportunità di rientrare in paese. E tutti a Silanus Vi saranno grati per questo.

Considerate, tutta la ricchezza che Voi farete, e farete fare agli altri silanesi rimarrà a Silanus .

Invece con un distributore cosa otterrete ? misere provvigioni dalle varie compagnie, e una elevatissima parte dei vostri incassi andranno nelle tasche di Moratti, così da permettersi di rafforzare l’Inter, dando stipendi miliardari al suo allenatore e calciatori vari.

Tuttavia la mia opposizione al distributore e dettata soltanto da motivi paesaggistici e dal rispetto che ho per tutte le cose belle, e sopratutto per questo sito archeologico unico nel suo genere, che tutti ci invidiano.

A Santa Sabina c’è la storia di noi silanesi, riflettete per un attimo, nell’anno mille circa, cioè più di dieci secoli fa, quando si era ancora nel medioevo, i silanesi di allora, nostri avi, hanno voluto costruire questa chiesetta bellissima nelle sue forme accostandola ad un nuraghe opera di altissima ingegneria del 4000 a.c., che spettacolo, che opera meravigliosa ci hanno lasciato?

Quei pastori e agricoltori analfabeti ,di uno sperduto villaggio della Sardegna di allora avevano un innato gusto artistico, uno spiccato amore per le cose belle e armoniose, chissà come erano fieri quando hanno visto quella opera ultimata? ed eravamo nel medioevo, il rinascimento doveva venire tre secoli dopo, e non in Sardegna. Pensateci bene, se ci pensate bene c’è da rimanere stupiti.

Sarà per loro se i silanesi sono conchidortos, poetas e tenores, proprio così, su sambene non este abba.

Qualcosa del loro DNA ci è rimasto, ricordiamoci di questo, rispettiamo la nostra storia che è la nostra cultura, e l’ambiente preserviamolo così come ce l’hanno lasciato.

Con questi miei interventi oltre che portare solidarietà a chi il distributore non lo vuole,volevo esporre il mio punto di vista in merito, e penso con questo di esserci riuscito.

Sta a Voi cari silanesi che vivete in paese fare la Vostra parte. L’unico contributo che potevo darvi era solo questo, ravvivare un dibattito, esprimere il mio pensiero credo da molti condiviso.

Spero tanto che questo famigerato distributore venga fatto da un’altra parte, se ciò non avvenisse, vorrà dire che tutte le volte che arriverò in paese, per non provare disaggio prenderò la vecchia strada che da Bortigali porta a Silanus.

Vi auguro Buone Feste Natalizie, un anno nuovo di salute e prosperità,
e state in pace.


Angelo Deriu

 


Discussioni sul tema => |_Distributore a Santa Sarbana_| - |_ Volete il distributore a Santa Sarbana?_|